Craniosacrale
Craniosacrale
Craniosacrale
Craniosacrale
Craniosacrale
Craniosacrale
Craniosacrale

Il Cranio-Sacral Repatterning

Il Cranio-Sacral Repatterning pone una particolare attenzione alla creazione delle possibilità e delle condizioni favorenti l’emancipazione dagli schemi di tensione presenti (patterns) nel corpo; il fine è di permettere allo stesso, tramite la riattivazione della percezione dei propri paradigmi di percezione, di elaborare i propri schemi corporei acquisiti nel tempo come risposta ai disagi e traumi della vita.
Poiché ogni situazione tensiva induce in noi una risposta adattativa basata sulla creazione di schemi posturali antalgici (sostenuti, spesso, dal “contenimento” delle emozioni non elaborate sottostanti il trauma stesso) attraverso l’ascolto attivo delle dinamiche corporee è possibile permettere il cambiamento degli schemi: se, infatti, consideriamo che ogni tensione, con le forze ad essa associate, deve essere organizzata per poter essere gestita, la creazione di “barriere” al libero fluire delle energie vitali e la formazione di fulcri inerziali all’interno del sistema corporeo comporta distorsioni che condizionano l’equilibrio e l’economicità del vivere.
Nel Cranio-Sacral Repatterning la finalità dell’operatore è quella di permettere al “corpo”, inteso come integrità ed unità fisica/emozionale/mentale/spirituale, di riconoscere tali “nodi” attorno a cui il nostro io si organizza: “nodi” che, se da un lato spesso si sono resi necessari per “sopravvivere” alle esperienze della nostra vita, dall’altro diventano fonti di dispersione della nostra energia vitale o, addirittura, sorgenti dei nostri malesseri. Solo attraverso la liberazione di tali energie bloccate, il riappropriarsi della percezione del sé e l’attivazione o creazione di risorse è possibile, a nostro avviso, permettere al corpo stesso di ritrovare il corretto sentiero verso il benessere.